PRESS
Tutte le Press
Venerdì 2 3 2007, DIRE

METRO' BOLOGNA. CONTROMEMORIA DI CORTICELLI SUL REFERENDUM

GIOVEDI' COMITATO GARANTI DECIDERA' SU AMMISSIBILITA' QUESITO

(DIRE) Bologna, 2 mar. - Il "Metro' che vorrei" va al contrattacco. Dopo aver presentato in pompa magna la candidatura di Ferrovial, gigante mondiale nel campo delle costruzioni, per la realizzazione e la gestione del metro' automatico, l'associazione presieduta da Daniele Corticelli (Ltb) ha depositato due giorni fa una corposa contro-memoria per spalancare le porte al referendum sulla metrotranvia. Intanto il tempo scorre e si avvicina il termine di giovedi' prossimo, quando scadranno i 30 giorni previsti ed il Comitato dei cinque garanti dovra' pronunciarsi sull'ammissibilita' del quesito referendario. Il dossier del Metro' che vorrei, che replica alle 7 pagine di deduzioni anti-referendum depositate dalla Giunta e firmate dal sindaco Sergio Cofferati, si articola in 20 pagine. Una meticolosa serie di osservazioni in punta di diritto sull'attendibilita' giuridica del quesito proposto, messe a punto dall'avvocato Antonino Morello(altro ex consigliere Ltb) e avallate dall'autorevole firma di Giuseppe De Vergottini, presidente onorario dell'associazione Costituzionalisti internazionalisti. Il dossier e' poi sottoscritto anche da Corticelli, dal presidente del comitato dei soci fondatori dell'associazione, Giorgio Giatti e da Valentina Mattarozzi, portavoce del comitato "Si' al Metro', No al Sottosopra". La prossima scadenza e' fissata per lunedi', termine ultimo per presentare ulteriori documenti. Poi la palla passera' al Comitato dei garanti, presieduti dal segretario e direttore generale del Comune, Marcello Napoli (gli altri componenti sono i costituzionalisti Piergiovanni Alleva e Roberto Nania, l'ordinaria di Diritto Pubblico Giovanna Endici ed il direttore del Dipartimento di discipline giuridiche dell'economia e dell'azienda dell'Alma Mater, Antonio Carullo).
Il pokerissimo di esperti potra' ammettere o meno il quesito, oppure richiedere ai promotori le opportune modifiche al documento. Se il verdetto sara' positivo il "Metro' che vorrei" avra' tre mesi di tempo per depositare altre 9.000 firme, il tetto necessario per arrivare alle urne. Infine, spettera' al sindaco indire il referendum e trovare, entro 6 mesi, la prima data utile.

NEWSLETTER

Rinnova l'iscrizione per il 2007 e aderisci al Metrò che Vorrei.

Giovedì 15 5 2008, IL CORRIERE DELLA SERA
Il people mover al palo Deserta la gara d'appalto Da mesi c'è chi sostiene che costo del biglietto e domanda di trasporto non coprirebbero le spese
Giovedì 15 5 2008, IL DOMANI
II People mover non parte più - L'assessore Zamboni attacca le imprese e il sistema bancario: «Qui non si muove davvero nulla»
Giovedì 15 5 2008, IL RESTO DEL CARLINO
Nessuna offerta per il People mover Va deserta l'asta comunale per la navetta stazione-aeroporto. Zamboni: «Difficile coinvolgere i privati»
Giovedì 15 5 2008, LA REPUBBLICA
"Non c'erano le condizioni economiche" I costruttori e le coop: previsioni di traffico esagerate. Corticelli: "Zamboni si dimetta, glielo avevamo detto in tutti i modi"
Lunedì 12 5 2008, IL RESTO DEL CARLINO
civis - Carmelo Adagio: «Le date dei cantieri? Non esistono più»